aaaWeb.it Ottimizzazione Campagne Adwords Adsense Pay per Click trucchi consigli Italia
contattaci
Oroscopo Gratis del  tuo sito web

Il Web Marketing onnipotente
Una Landing Page da studiare

Questo è il messaggio che mi è arrivato il 12/10/2005 essendo iscritto alla Newsletter
Questo è l'URL (http://www.bevisano.com) del sito di cui si parla (una Landing Page)

Osservazioni:

  1. Il sito ha un PR 3 (giorno 17/10/05)
  2. Il sito non è posizionato (giorno 17/10/05) su Google.it per le parole più importanti (vendita depuratori, vendita online depuratori, depuratori ad osmosi inversa, importazione depuratori, vendita depuratori ad osmosi inversa ecc.)
  3. Il sito compare in AdWords (giorno 17/10/05) per le frasi (depuratori ad osmosi inversa, vendita depuratori ad osmosi inversa, vendita online depuratori ad osmosi inversa, e sicuramente altre che non ho cercato ecc.) con questo annuncio
    Impianto a Osmosi Inversa
    a Casa tua con Spedizione gratuita
    Garanzia 100% e Sconto extra 200€
    www.bevisano.com/osmosi-inversa/

  4. Il messaggio della Newsletter è stato inviato il giorno 12/10/2005 e presenta la storia come una interessante iniziativa di Marketing offerta a tutti gli iscritti (sicuramente migliaia) come esempio e studio della potenza delle Landing Page e delle idee (sicuramente molto interessante)

Ma quale studio e quale esempio, quà si tenta di vendere:

Leggendo attentamente la Landing Page (l'unica pagina reale del sito) scopri che l'offerta con sconti e super sconti scade il giorno 12/10/2005 lo stesso giorno dell'arrivo della newsletter.

Incredibile: oggi 17/10/2005 collegandomi al sito scopro che l'offerta scade il 18/10/2005

Il marketing aggressivo non ci piace!!
Non solo si tenta di vendere ma lo si fà ricorrendo a mezzucci che nel commercio non internet non sono ammessi.

E la fiducia del cliente che dovrebbe essere il primo obiettivo, dove la mettiamo?

  • non era meglio dichiarare esplicitamente nella newsletter che oltre allo studio lo scopo era quello di presentare il prodotto e di venderlo?
  • non era meglio fissare una data reale di scadenza della promozione e rispettarla.
  • come faccio ad avere fiducia in tutto il resto delle affermazioni?
    quando sono ingannato una volta mi sento ingannato sempre!!

 


 

 

Questo è il messaggio che mi è arrivato essendo iscritto alla Newsletter
 

Ciao ,
cosa diavolo centra il Web Marketing con i depuratori d'acqua a osmosi inversa?

Per noi molto, ma per te forse nulla.... a meno che non ti leggi questa interessante storia :-)

La storia che sto per raccontarti e' la dimostrazione di come, con un sito web di 2 sole pagine e una piccola campagna pubblicitaria, si possa guadagnare bene su internet. Anche se il prodotto venduto e' molto costoso ed è difficile da vendere on-line. Ma soprattutto questa storia vuole essere la dimostrazione che CHIUNQUE su internet, con la giusta strategia promozionale, puo' trasformare una semplice idea (anche folle!) in una buona rendita vitalizia.

Ma torniamo a noi.
Meno di 1 anno fa, decisi di testare un nuovo business su internet legato allo "strano" mondo dei "depuratori d'acqua". Puo' sembrare curioso che un consulente di web marketing si metta a vendere depuratori d'acqua su internet. Ma io di mestiere non faccio solo il "consulente" ma anche l'imprenditore (di me stesso) perche', il web marketing che insegno nei corsi, preferisco testarlo anche di persona :-)

Ecco perche', tra le varie idee imprenditoriali che ho lanciato quest'anno su internet, c'e' stata anche questa dei "depuratori a osmosi inversa". Un'avventura anomala e piena di sorprese perche', come dicevo sopra, stiamo parlando di un prodotto fisico con particolari caratteristiche tecniche ed un costo piuttosto elevato (siamo intorno ai mille euro) che ne rendono potenzialmente difficile la vendita su internet.

Un anno fa dicevo, da utente pienamente soddisfatto di tali depuratori a osmosi, decisi di saperne di piu' su questo mercato. Cosi' scavai in lungo e in largo nel mondo on-line e off-line, per analizzare le varie tipologie di prodotto, capire cosa faceva la concorrenza, e chi era questa benedetta nicchia di utenti che voleva acquistare un depuratore d'acqua a osmosi inversa.

Dopo aver raccolto dati a sufficienza, feci anche una breve ricerca sui motori per capire quali erano i volumi di traffico legati a questo settore e le parole chiave potenzialmente vincenti. Da tutto cio' trassi le prime conclusioni necessarie alla scelta del prodotto e all'avvio dei primi test di vendita.

Ci lavorai sopra per circa 10 giorni. Il prodotto venne scelto e valutato tra diversi fornitori americani per garantirne un buon livello qualitativo nonche' la semplicita' d'installazione e manutenzione. Fu poi creato un marchio (Bevisano.com) e un sito composto da 2 sole pagine, quella di presentazione del prodotto e il modulo d'ordine. Ed infine fu avviata la prima campagna di test sui motori di ricerca, con parole chiave legate al settore dell'osmosi inversa (v. dopo).

Da sottolineare che la grande difficoltà di questo test, non era tanto quella di trovare la nicchia, quanto piuttosto di convincerla ad acquistare. Per questo, il 70% del tempo e delle risorse fu dedicato alla creazione dei contenuti, ovvero a 2 sole pagine web fatte bene, secondo precise strategie di copywriting e di web marketing che da anni testiamo sul campo. Il restante 30% dell'investimento fu invece dedicato all'avvio delle prime campagne promozionali.

Funzionò?

A meno di 42 ore dal lancio, ci fu la prima vendita. E nella settimana successiva altre 3. Per me era gia' un ottimo segnale anche se, per migliorare il rapporto di conversione visitatori/vendite, c'era ancora molta strada da fare.

Cosi' iniziammo una serie successiva di test e "split-test", sempre molto focalizzati sui contenuti della landing page (l'unica pagina del sito) e sulla scelta dei messaggi pubblicitari e delle parole chiave vincenti.

Dopo circa 1 mese e mezzo, con un investimento complessivo inferiore ai 5 mila euro, il sito raggiunse un discreto fatturato e rapporto di conversione, sufficiente per ampliare e potenziare ulteriormente le campagne pubblicitarie.

Poco dopo anche il prezzo, che era stato tenuto basso fino a quel momento, fu aumentato ai livelli prefissati (circa mille euro). Ma non ci furono cali nelle vendite, segno che i contenuti e la strategia promozionale stavano funzionando bene.

Fino ad oggi abbiamo fatto decine di test che continuano tutt'ora anche se a ritmi piu' lenti. Ovviamente, per quanto ci sia sempre da migliorare, bisogna dire che solo con questo business (che richiede al massimo una decina di ore di lavoro alla settimana) generiamo un reddito pari a quello di un "bravo dirigente d'azienda".

La morale di questa storia non e' per dire che siamo bravi e belli.

Ma per ricordare che CHIUNQUE, con una buona idea in testa ed un piccolo budget a disposizione, puo' avere successo su internet, anche se non conosce nulla del prodotto/mercato (come nel mio caso). Se l'idea sara' sempre vincente ovviamente non posso dirlo io, perche' tutto dipende molto dal mercato e dalle strategie di web marketing che adottiamo. Il rischio comunque, se si segue la giusta strategia, e' sempre molto limitato (nel nostro caso ad esempio, se fosse andata male, ci avremmo perso al massimo 10 gg. di lavoro e 5 mila euro).

Per i piu' curiosi segnalo il link dove e' possibile visionare il sito ed il prodotto in questione: http://www.bevisano.com

Per chi invece volesse saperne di piu' su questa case history e su tutte le strategie adottate, ne parleremo al prossimo Corso nazionale di web Marketing dove porteremo numeri, dati e fatti nel dettaglio.

Buona bevuta opsss... buon web marketing ;-)

xxxxxx xxxxxxxxx